Germania, paese leader nel biogas

biogas.JPG

La Germania, già paese leader in Europa nel biogas (vedasi mappa accanto), continua ad investire in questa fonte di energia rinnovabile e a breve (inizio 2010) inaugurerà la centrale biogas più grande del mondo.

Dopo un periodo di sperimentazione, entrerà infatti a pieno regime l’impianto, di Güstrow, che come detto sarà la più grande centrale di questo tipo operativa a livello mondiale. Progettato e realizzato dalla società EnviTec Biogas, l’impianto è costato 42 milioni di euro per una potenza installata di 55 MW e si estenderà su una superficie di venti ettari. L’impianto verrà alimentato da diverse materie prime quali mais, cereali ed erba le quali saranno provenienti esclusivamente da aree che rientrano in un raggio di 50 km dal luogo in cui è ubicato l’impianto.
I numeri del progetto sono di tutto rispetto: si prevede infatti di immettere, entro l’inizio del 2010, 46 milioni di metri cubi di biogas nella rete. Tale quantità sarebbe capace di coprire il fabbisogno energetico di circa 50.000 persone, una media cittadina.

L’obiettivo del governo tedesco – in vista del famoso obiettivo fissato a livello europeo nel 2020 (20% di energia rinnovabile) – è di far arrivare a 6 milioni di metri cubi il biometano nella rete di gas naturale entro questa data. In termini di impianti di biogas, secondo l’Agenzia Tedesca per l’Energia (Dena), questo significherebbe aprire qualcosa come 2.000 nuovi impianti di biogas nei prossimi dieci anni, mentre al momento ce ne sono appena venti.

Questo per dire che sicuramente il biogas in Europa potrà aiutare a ridurre le importazioni di gas naturale, ma in vista dell’obiettivo del 2020 non potrà che essere una delle tante carte da giocare nella strategia di sviluppo di un mix di energie rinnovabili.

 

Germania, paese leader nel biogasultima modifica: 2010-12-24T23:04:01+01:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento