Cinghiali radioattivi in Germania a 24 anni da Chernobyl

cinghiale.jpg

A quasi un quarto di secolo dopo Chernobyl in Germania è allarme radioattività a causa… dei cinghiali.
Notizia che potrebbe fare sorridere, ma che i nostri amici tedeschi prendono sul serio, tanto che il prestigioso Der Spiegel ha dedicato uno speciale alla vicenda.
Ma vediamo in dettaglio la questione dei cinghiali radioattivi tedeschi. In Germania, negli ultimi anni, si è registrato un cospicuo aumento della popolazione dei cinghiali, animali che, come noto, possono essere anche aggressivi: quest’estate un cinghiale ha attaccato un uomo su una sedia a rotelle in un parco di Berlino ed all’inizio di luglio una ventina di esemplari hanno fatto irruzione nella città tedesca orientale di Eisnach, spaventando i residenti. Sempre a Luglio, un’autostrada tedesca è stata chiusa per ore dopo che 10 cinghiali avevano sfondato la recinzione per poi invadere le carreggiate.

Ma non è l’aumento della popolazione dei cinghiali (controllabile) che preoccupa le autorità tedesche. A preoccupare le autorità è il fatto che una buona parte di cinghiali in Germania è contaminata dalla radioattività post-Chernobyl e, visto che per legge i cacciatori  che abbattono cinghiali radioattivi sono compensati per il “reddito perso”, negli ultimi anni si è registrato un aumento esponenziale degli indennizzi versati dall’erario ai cacciatori. Addirittura, gli indennizzi ai cacciatori che trovano un cinghiale radioattivo sono quadruplicati a partire dal 2007, quasi mezzo milione di Euro nel 2009 e quest’anno la cifra promette di essere abbondantemente sforata.
Tra l’altro molti cinghiali sono finiti sulle tavole dei tedeschi, sebbene esista il divieto al consumo per quelli la cui carne contiene dosi superiori a 600 becquerel il Kilogrammo di Cesio radioattivo 137, che deve quindi essere sottoposta a smaltimento. Secondo le autorità tedesche, la contaminazione media di questi animali, nel Bayerischer Wald, una regione boscosa al confine con la Repubblica Ceca, è di 7.000 becquerel il chilogrammo. Altre regioni della Germania meridionale mostrano dati simili.

I cinghiali, nutrendosi soprattutto di funghi e tartufi, particolarmente efficienti nell’assorbire i radionuclidi, sono particolarmente esposti alla radioattività.
Ma per quanto tempo dureranno queste conseguenze di lungo periodo, a quasi un quarto di secolo da Chernobyl? Almeno altro mezzo secolo, pronosticano gli esperti.

Meditate gente, meditate…

Cinghiali radioattivi in Germania a 24 anni da Chernobylultima modifica: 2010-12-14T08:13:37+01:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Cinghiali radioattivi in Germania a 24 anni da Chernobyl

Lascia un commento