Aperta in Antartide la centrale eolica più a sud del mondo

E’ stato inaugurato a Ross Island, in Antartide, l’impianto eolico più a sud del pianeta, in una regione dove le temperature scendono anche a 57 gradi sottozero. L’impianto consiste in tre pale eoliche alte 37 metri, ognuna delle quali produrrà fino a 333 kW di energia elettrica, un importante primo passo nell’ambito di una serie di progetti di energia rinnovabile volti a ridurre la dipendenza energetica dell’Antartide dal gasolio.

ross island.jpg

Quello di Ross Island non è infatti il primo impianto eolico in Antartide: nella Mawson Station appartenente all’Australia sono già in funzione due pale eoliche. Il nuovo parco eolico antartico fornirà circa l’11% dell’energia necessaria alla base scientifica neozelandese di Scott ed a quella statunitense di McMurdo, permettendo di eliminare il consumo di 463.000 litri di gasolio all’anno e di risolvere in parte la contraddizione di basi di ricerca scientifica che studiano l’ambiente integro dell’Antartide e poi lo inquinano con le loro emissioni.

L’impianto di Ross Island ha una webcam grazie alla quale è possibile vedere le caratteristiche uniche dell’ambiente che la circonda.

Il costo della centrale eolica, che è stata realizzata da Meridian Energy, l’azienda elettrica statale della Nuova Zelanda, è stato di circa 10 milioni di dollari neozelandesi (7,4 milioni dollari). In caso di successo da qui a 12 mesi, verrà replicato in altre zone del continente ghiacciato.

 

Aperta in Antartide la centrale eolica più a sud del mondoultima modifica: 2010-11-18T09:35:17+01:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento