Gli autobus ibridi e il modello New York per la mobilità sostenibile

hybrid bus.jpgNew York è diventata nel corso degli ultimi anni un interessante laboratorio per la mobilità sostenibile.
Come testimoniato dalla vincita del premio internazionale Sustainable Transport Award un paio d’anni fa, l’amministrazione newyorkese è all’avanguardia sotto questo punto di vista, con una serie di iniziative integrate mirate a dare respiro ed efficienza ai trasporti urbani.
Nell’ambito di un ambizioso piano di sviluppo sul trasporto pubblico ecosostenibile che arriva fino al 2030, la Grande Mela non solo ha convertito diverse strade comunemente adibite al traffico veicolare a piste ciclabili, ma ha anche rafforzato notevolmente negli ultimi tempi la propria flotta di autobus ibridi.

Già, gli autobus ibridi, che stanno cominciando a diffondersi in tutto il mondo (non solo Germania, Svezia, ma anche Taiwan, Portorico e Messico) sono la vera punta di diamante nel sistema di mobilità sostenibile a New York: ad oggi sono più di 1500 gli autobus ibridi in servizio nell’area metropolitana di New York e diverse altre decine di autobus ibridi stanno per essere aggiunti alla flotta.

Ma qual è il grado di efficienza ambientale degli autobus ibridi?
Con un autobus ibrido come quelli attualmente in uso a New York si calcola che l’emissione di biossido di carbonio, gas a effetto serra, si riduca fino al 30% a seconda le condizioni di traffico, mentre l’emissione di ossidi di azoto e le particelle si riduce del 40-50% rispetto ad un autobus diesel convenzionale.
Last but not least, gli autobus ibridi sono più comodi e silenziosi per chi li usa.

Spero davvero di vedere piste ciclabili e flotte tutte ibride anche nelle città italiane sul modello New York, anche se non sarà facile.

 

Gli autobus ibridi e il modello New York per la mobilità sostenibileultima modifica: 2010-11-01T19:29:30+01:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento