L’eolico per mantenere gli impegni sulle riduzioni

L’energia eolica sarà in grado di soddisfare il 65% delle riduzioni delle emissioni previste entro il 2020 da parte dei paesi industrializzati: questo è il parere del Global Wind Energy Council, che ha rilasciato una serie di calcoli che dimostrano che l’energia eolica da sola potrebbe raggiungere fino al 65% degli impegni in termini di riduzione delle emissioni da parte dei paesi industrializzati.
eolico.gif

L’energia eolica sta rapidamente emergendo come una tecnologia chiave verso un basso consumo di carbonio”, ha detto Achim Steiner, sottosegretario generale dell’Onu e direttore esecutivo dell’UNEP, al momento di presentare i dati in una conferenza stampa comune, UNEP/GWEC a Copenaghen.

Secondo UNEP e GWEC, Copenaghen rappresenta un’occasione d’oro per accelerare l’adozione dell’eolico al fine di ridurre le emissioni di gas a effetto serra, produrre elettricità in maniera pulita e favorire l’occupazione. Secondo lo scenario più ambizioso elaborato da GWEC per lo sviluppo dell’energia eolica, il vento potrebbe produrre 2.600 TWh di energia elettrica, evitando l’emissione di 1,5 miliardi di tonnellate di CO2 nel 2020.
Ciò rappresenterebbe tra il 42% e 65% degli impegni in termini di riduzione emissioni presi dai paesi industrializzati.

Si reputa che una riduzione delle emissioni di almeno il 25-40% rispetto ai livelli del 1990 sia necessaria per evitare i peggiori impatti dei cambiamenti climatici e l’eolico può dare davvero una grossa mano.

Speriamo che i leader mondiali abbiano chiaro questo fondamentale obiettivo e i mezzi, che esistono, come l’eolico, per raggiungerlo.

L’eolico per mantenere gli impegni sulle riduzioniultima modifica: 2010-10-27T18:27:54+02:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento