Energia oceanica: in Spagna un progetto enorme

energia marina.jpg

L’energia oceanica, nota anche come energia marina o energia pelagica è potenzialmente una enorme risorsa per il nostro pianeta e una imperdibile occasione: alcuni studiosi stimano che l’energia oceanica possa provvedere in prospettiva ad una fetta sostanziale delle energie rinnovabili sul nostro pianeta.

Attualmente l’energia oceanica può essere estratta con diverse tecnologie, fluidodinamichegradiente (termico e salino). Alcune di queste metodologie di estrazione di energia sono già stati sperimentate e si trovano in uno stato pre-commerciale. (correnti, onde, maree) e di

E’ notizia proprio di questi giorni che la Spagna sta lanciando il progetto più ambizioso a livello mondiale di ricerca e sviluppo in tema di energia marina. Il progetto sarà sviluppato da un consorzio guidato da Iberdrola Engineering e con la partecipazione di 25 centri di sviluppo universitari e 19 imprese spagnole.
Questo progetto, chiamato “Ocean Leader” avrà un budget iniziale di trenta milioni di euro.

Come riportato da Iberdrola, la più grande impresa di utility iberica, il progetto mira a sviluppare innovative tecnologie per utilizzare gli impianti integrati, sorta di “mulini subacquei”, che catturano l’energia delle correnti marine.
Si stima che, in caso di successo del progetto “Ocean Leader”, la Spagna possa addirittura diventare il leader mondiale nel settore delle energie rinnovabili ricavate dal mare.

C’è per altro da dire che sfruttare il moto ondoso degli oceani con queste tecniche non è l’unico modo di ricavare energia dal mare, esistendo anche metodi che sfruttano la diifferenza nella concentrazione del sale fra l’acqua di mare e l’acqua dolce (la cosiddetta energia a gradiente salino, o energia osmotica, in forte sviluppo in Olanda), oppure che sfruttano le differenze di temperatura tra la superficie marina e le profondità oceaniche (energia talassotermica, detta anche energia mareotermica, ma più nota ancora con l’acronimo inglese OTEC, che sta per Ocean Thermal Energy Conversion).
Una volta di più il mare si conferma una inesauribile e vitale riserva.
Il progetto spagnolo è del tipo fluidodinamico: si tratta di un’ottima notizia e non manchermo di seguirne gli sviluppi.

Energia oceanica: in Spagna un progetto enormeultima modifica: 2010-08-27T14:08:09+02:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento