Balena sui ghiacciai: l’ultima (riuscita) manifestazione di Greenpeace

balena jungfrau.jpg

Riuscitissima l’ultima sortita di Greenpeace: l’organizzazione internazionale che si batte a tutto campo per la causa ambientalista ha issato nuovamente sulle cime dello Jungfrau, in Svizzera, lo scorso 19 Luglio la famosa balena gonfiabile, già protagonista di molte dimostrazioni di Greenpeace.

Il gigantesco cetaceo gonfiabile è stato portato in cima alle montagne svizzere con un messaggio ben preciso per il Giappone, paese reo di praticare la caccia alle balene: sotto lo sguardo attonito di turisti giapponesi in villeggiatura in Svizzera, dopo avere issato la balena sulle pendici di una montagna, è stato srotolato uno striscione a supporto di due attivisti di Greenpeace che saranno processati in Giappone a breve, per alcuni reati minori commessi nel denunciare uno scandalo che riguarda il commercio di carne di balena.

I due attivisti rischiano fino a 18 mesi di detenzione secondo le leggi giapponesi e Greenpeace chiede un processo giusto: il verdetto è atteso a Settembre.

In realtà non è la prima volta che la balena gonfiabile di Greenpeace sale sulle cime dello Jungfrau: già nel 1989 – come testimonia la foto – venne portata in cima ai ghiacciai per denunciare il Giappone per la sua assurda attività di caccia alla balena.

Balena sui ghiacciai: l’ultima (riuscita) manifestazione di Greenpeaceultima modifica: 2010-08-03T09:26:46+02:00da energygreen
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento